Benvenuto al Curriculum sulle Energie Trasformative!

Economie Trasformative è un termine emergente che raggruppa vari significati, includendo tutte “le proposte per trasformazioni socio-economiche che includano nuovi modi di pensare ed agire nell’economia. Queste sono basate su un approccio critico mirato a costruire un sistema socio-economico che ponga al centro le persone, le loro comunità e il loro ambiente” (World Social Forum of Transformative Economies, 2020). Le Economie Transformative “creano nuove relazioni economiche tra le diverse forme di vita e materiali” e “si attivano per cambiare il modo di ottenere le risorse e il modo in cui queste vengono percepite (cura) e ripartite (giustizia)” (Ann Light, 2021).

Di conseguenza, le Economie Trasformative mettono in discussione il modello lineare dall’estrazione delle risorse allo smaltimento dei rifiuti e incoraggiano una visione rigenerativa, legata all’integrità e alla salute di comunità ed ecosistemi. Le Economie Trasformative inoltre accrescono una forte consapevolezza sui rapporti di potere, dignità e benessere, valorizzano quindi pratiche di cura reciproca, promuovono approcci inclusivi e partecipativi e si impegnano a rimarginare le ingiustizie storiche e superare le disuguaglianze contemporanee.

Diversi sono i movimenti che hanno dato al processo delle Economie Trasformative un contributo importante nella creazione della struttura e delle pratiche, tra iniziative locali e reti (inter)nazionali. Tra questi includiamo:

I primi quattro in lista sono stati messi in primo piano dal World Social Forum for Transformative Economies e hanno ispirato profondamente lo sviluppo di questo curriculum.

Vi sono inoltre correnti di grande interesse che si stanno diffondendo, influenzando l’economia attuale, come ad esempio:

  •   Economia di condivisione e “platform economy”
  •   Economia circolare
  •   Innovazione sociale
  •   Imprese sociali
  •   Digitalizzazione (includendo free e open-source software e hardware)
  •   Resilienza e rilocalizzazione delle catene di distribuzione
  •   Consumo responsabile
  • Responsabilità sociale d'impresa

    A seconda di come e da chi siano formate e messe in pratica queste nuove visioni, esse possono consolidare - e addirittura intensificare - l’attuale sistema economico dominante, oppure contribuire all’avvento delle Economie Trasformative e radicarle. Questo curriculum si impegna quindi a promuovere un’analisi critica di queste correnti emergenti.

A CHI É RIVOLTO?

Il curriculum è stato sviluppato da e per i portatori di cambiamento che si sentono chiamati a catalizzare delle trasformazioni socio-economiche virtuose in maniera omnicomprensiva, a livello individuale, organizzativo, comunitario e bioregionale.

 

Può essere usato in diversi modi e contesti, per raggiungere vari obiettivi:

  • da studenti individuali o da gruppi;
  • da autodidatti e da formatori o facilitatori di gruppi;
  • in iniziative guidate da gruppi informali (o reti), in organizzazioni formali (o partnership di organizzazioni), o un mix di queste;
  • come supporto al processo creativo di nuove iniziative, o per consolidare, direzionare e potenziare quelle già esistenti.

 

Il termine “iniziative” è usato in modo generico per indicare individui, gruppi, progetti, organizzazioni, comunità o reti che mirano a catalizzare una trasformazione socio-economica.

Utilizamos o termo "iniciativa" como genérico para abranger indivíduos, equipas, projectos, organizações, comunidades ou redes que procurem catalisar a transformação sócio-económica.

DI COSA PARLA?

 
 

4 MODULI → 1 PROCESSO DI DESIGN → 5 + 3 FASI DI APPRENDIMENTO →

NUMEROSE PRATICHE

UN CURRICULUM TRASFORMATIVO

 

Questo è un curriculum autogestito, con diversi itinerari da scegliere in base alla tua curiosità e ai tuoi bisogni del momento. Verrai coinvolto in un percorso formativo che mira a connetterti al potenziale del luogo e della comunità di cui sei parte. Questo processo aiuta te (e i tuoi collaboratori) ad aumentare la consapevolezza e approfondire la tua comprensione di approcci che aiutano ad immaginare, creare o migliorare la tua iniziativa, nella prospettiva delle Economie Trasformative. Il curriculum é stato appositamente progettato per un apprendimento esperienziale, ovvero ti sará richiesto di avviare un processo di progettazione collaborativa fatto di una serie di pratiche inerenti, e di riflettere sulle esperienze che via via maturerai nel processo.

 

Il curriculum è composto da quattro moduli. Ogni modulo segue un processo di progettazione attraversando le stesse cinque fasi di indagine, più tre momenti che affiancheranno l’apertura e la chiusura di ogni processo di design e che innescheranno riflessioni profonde sulle Economie Trasformative.

 

Ad ogni passo, sarai invitato a esercitarti con pratiche che gradualmente padroneggerai per lasciare emergere e manifestare il potenziale del tuo peculiare luogo e della tua peculiare comunità.

QUATTRO DIMENSIONI QUATTRO MODULI

Nel creare un’iniziativa di Economia Trasformativa differenti ambiti di interesse si contendono le nostre attenzioni, risorse e capacità. La sfida principale è di raggiungere un dinamico equilibrio tra due polarità:

 

Attenzionare cosa sta accadendo all’interno della tua iniziativa e come essa sta potenziando o limitando sé stessa (“la via per il fuori è il dentro”) e al contempo osservare cosa accade nel contesto nel quale la tua iniziativa è incorniciata ed operante (luogo e regione, settore e giurisdizione, stakeholders e comunità locale…);

 

★ Stringere e coltivare il più possibile relazioni di fiducia, convivialità e creazione condivisa, internamente ed esternamente (dinamiche di comunità), muovendosi al contempo dalle idee alla loro applicazione (dinamiche di realizzazione).

 

Dai quattro quadranti che vengono definiti da questi assi, emergono quattro dimensioni che rappresentano i diversi aspetti dello sviluppo dell’iniziativa. Essi sono complementari e aiutano l’analisi delle economie dell’iniziativa da diverse prospettive. Lo scopo di questo diagramma a quattro dimensioni è di supportare un approccio integrato e sistemico che allo stesso tempo permette a ciascun aspetto di essere analizzato singolarmente, rafforzando la complementarità delle diverse dimensioni della trasformazione dell’iniziativa.

CCTE - Curriculum PROP2-04 (1)

MODULO A - SCOPO EMPATICO

Focalizzato su cosa dà vita all’iniziativa: il suo obiettivo. Uno scopo empatico prende in considerazione i bisogni, il potenziale e i limiti del proprio contesto sociale ed ecologico e allo stesso tempo le aspirazioni delle persone che contribuiscono all'iniziativa.

MODULO B - CULTURA & GOVERNANCE CONDIVISI

Si concentra su cultura organizzativa, struttura, gestione e sviluppo. Interessa temi quali potere e partecipazione, diversità e inclusione all’interno dell’iniziativa, i processi decisionali, la coordinazione del lavoro, la divisione dei ruoli e la ridistribuzione delle risorse.

MODULO C - LEGAMI E RETI SINERGICHE

Si incentra su come creare e mantenere cooperazioni reciprocamente vantaggiose e a lungo termine con altre iniziative trasformative e con le istituzioni, per generare insieme un effetto ancor più positivo di quello che avrebbero i singoli enti divisi, un processo che stimoli la creazione di un sistema di trasformazioni permeato da una intenzionalità collettiva.

MODULO D - AZIONI ECO-SOCIALI

Focalizzato su cosa l’iniziativa sta facendo e il valore delle azioni per le parti interessate e per il più ampio bene comune. Esplora diverse scale e modalità di azione così come gli effetti desiderati e indesiderati a livello di impatto ecologico, di biodiversità e sociale.



4 MODULES SYNTHESIS with spiral-09-09